Il Progetto

 

CALYPSO è un progetto co-finanziato dall’Unione Europea (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, nell’ambito del P.O. Italia Malta 2007-2013) della durata di 2 anni e coordinato dal Prof. Aldo Drago del Physical Oceanography Unit dell’Università di Malta. Questo progetto riunisce tre partner Maltesi - Transport Malta, Civil protection Department e Armed forces of Malta e quattro partners siciliani: ARPA Sicilia, IAMC-CNR Capo Granitola, Università degli Studi di Palermo (UNIPA) e Università di Catania (CUTGANA). Il partenariato è costituito da enti di ricerca ed enti pubblici con responsabilità nel campo della protezione civile ed ambientale, della sorveglianza e della sicurezza nonché della prevenzione dei rischi.

 

Il risultato finale del progetto è la costituzione di un sistema di osservazione permanente remoto a radiofrequenze pienamente operativo, in grado di acquisire dati sulle correnti marine superficiali del Canale di Malta alla scala oraria. Il sistema è costituito da installazioni HF-radar alle radiofrequenze da istallarsi sulla costa nord di Malta e sulla costa meridionale siciliana in siti individuati in modo tale da garantire la piena condivisione dei dati raccolti dalle singole stazioni per garantire l'elaborazione e la pubblicazione dei servizi da fornire agli utenti finali.

I dati raccolti, combinati con modelli numerici, possono essere di aiuto nell’ ottimizzazione degli interventi in caso di sversamento di idrocarburi; le informazioni provenienti dalla rete di radar-HF può altresì essere d’ausilio per operazione di ricerca e di soccorso da parte degli enti preposti garantendo così una maggiore sicurezza della navigazione, migliorando le previsioni meteo-marine nel Canale di Malta ottimizzando la gestione dello spazio marino tra Malta e Sicilia.

I partners condivideranno esperienze basate sulle pratiche esistenti intraprendendo iniziative congiunte per la risoluzione delle problematiche che mettono a rischio le risorse marine marino-costiere, in particolar modo l'inquinamento marino da idrocarburi. Il progetto prevede la partecipazione delle autorità pubbliche permettendo il libero accesso all'utilizzo del sistema, migliorando lo scambio di informazioni e preparando, inoltre, una base comune per interventi congiunti in caso di incidenti ed emergenze.

Il progetto servirà anche ad esaminare e migliorare la capacità di controllo delle aree costiere esposte ai fenomeni di inquinamento proveniente dal mare.

.....

....

.

Mappatura delle correnti superficiali dai radar HF nel Canale di Malta

 

...

 

L'acquisizione di dati multi-disciplinari, su lungo termine e su un ampio spazio di mare, incrementerà il valore dei dati oceanografici , oltre ad ampliare le applicazione destinate ai diversi utenti.

Grazie alle attività del progetto Calypso sia Malta che la Sicilia rivestiranno un ruolo primario nel Mediterraneo in questo campo. Quanto sperimentato servirà come trampolino di lancio per aggiungere al sistema, in futuro, una copertura completa dello spazio marino intorno alle isole maltesi ed al perimetro siciliano, incluse le aree costiere.

ERDFlogos